Oggi il lavoro nei campi è sempre più meccanizzato. Le lavorazioni in agricoltura sono molteplici e si dividono in diverse fasi.

La prima è l’aratura, fondamentale per preparare il terreno agli step successivi. Essa consiste nello smuovere e rivoltare la parte superiore del terreno mediante l’uso di un apposito attrezzo, l’aratro. La stagione migliore per eseguire l’aratura è l’autunno, perché è possibile effettuare una migliore disgregazione delle zolle sfruttando l’aumento della quantità di acqua immagazzinata dal terreno e l’azione meccanica delle piogge. 

All’aratura seguono varie fasi complementari, come:

Dopo aver eseguito questi passaggi, si procede con il drenaggio, una tecnica utilizzata per bonificare i terreni con acqua sotterranea. Il drenaggio tubolare consiste nel posizionamento di tubi di diversi materiali che hanno la funzione di raccogliere l’acqua e di allontanarla dal terreno coltivato. Il prosciugamento del terreno è più difficile quanto più il livello della falda freatica sottostante è alto, e quindi la distanza tra i dreni deve essere ridotta.

La forma di drenaggio più innovativa consiste nella posa di tubi in plastica flessibile del diametro di 5-12 cm circa, dotati di numerose fessure che permettono la raccolta dell’acqua. A questo punto, il terreno è pronto per la semina.

Tra i settori nei quali Italcurve opera maggiormente con le sue lavorazioni di curvatura di tubi vi è indubbiamente quello agricolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *